Fonderie e Smalterie Genovesi di Latina

Nel 1959, grazie alle agevolazioni della Cassa del Mezzogiorno, la società Fonderie e Smalterie Genovesi S.p.A. apre lo stabilimento di Latina – Borgo Piave – per la produzione di vasche da bagno in ghisa. La proprietà muta in Pozzi-Richard Ginori nel 1970. Nel corso degli anni lo stabilimento invecchia senza che siano fatti investimenti per ammodernarlo e le condizioni di lavoro dei dipendenti peggiorano sempre più. Si arriva quindi alla completa chiusura del sito produttivo nel 1988.

In una interpellanza parlamentare del 23 febbraio 1988 il sottosegretario per il lavoro e la previdenza sociale Gianfranco Rocelli parla di 95 casi di sospetta malattia professionale a partile dal 1973, di cui 21 riconosciuti e indennizzati dall’INAIL e riporta 83 infortuni sul lavoro nel solo periodo novembre 1986-novembre 1987.

Nel corso degli anni lo stabilimento abbandonato è stato occupato più volte da senza tetto e da una comunità ROM che lo ha utilizzato come scuderia per i propri cavalli.