Jupiter factory, Pripyat

La Jupiter era uno stabilimento industriale costruito alla periferia della cittadina di Pripyat, nell’area di Chernobyl. Aperta nel 1980, era la seconda fonte di occupazione dell’area, subito dopo la centrale nucleare, arrivando a dare lavoro a circa 3.500 persone.

Ufficialmente era una fabbrica di registratori a nastro e componenti per elettrodomestici, tra cui la radio sovietica “Jupiter”, ma la produzione effettiva pare fosse di semiconduttori, avionica e altra componentistica militare. I ruoli lavorativi erano estremamente confinati e gli stessi operai conoscevano solo pochi dettagli delle parti dei manufatti che producevano.

Radio Jupiter (da eBay)

Nonostante le molte leggende, comunque, ad oggi è impossibile sapere cosa venisse realmente prodotto nella fabbrica.

Chiusa dopo l’incidente alla centrale di Chernobyl nel 1986, venne successivamente riutilizzata come laboratorio radiologico per studiare metodi di decontaminazione e produrre dosimetri. Definitivamente chiusa nel 1996, è in totale stato di abbandono come tutta la circostante città di Pripyat.